24 luglio 2011

Storica Italia! Batte la Francia 77-66 e vola in finale dopo 17 anni.

Posted by Matteo Bollini on 14:22 0 commenti

La gioia è indescrivibile. L’Italia batte la Francia 77-66 ed è in finale al Campionato Europeo Under 20. Non accadeva dal 1994; accadrà oggi contro la Spagna e sarà sicuramente medaglia.
La squadra di Sacripanti gioca una partita perfetta contro la miglior difesa della manifestazione. La Francia, fin qui imbattuta, è costretta ad inchinarsi e cedere il campo ad un’Italia strepitosa in avanti e sotto il proprio tabellone, che parte contratta e poi si distende con autorità domando i ritorni avversari e chiudendo con personalità.
E’ la vittoria di un gruppo che ha esordito all’Europeo perdendo contro la Lituania ma che è cresciuto strada facendo trovando continuità in tutti i suoi effettivi. Fino al capolavoro contro i cugini.
E’ la terza finale nella storia del Campionato Europeo Under 20 per l’Italia dopo quelle del 1992 (oro in Grecia contro i padroni di casa) e del 1994 (argento in Slovenia contro la Bielorussia).
Nel 2009 a Rodi furono proprio i galletti ad estromettere la squadra di Sacripanti dall’Europeo e allora fu una batosta (94-68). Oggi la rivincita, arrivata si nel punteggio, ma anche e soprattutto nel gioco, nell’atteggiamento e nella gestione dei momenti difficili. Una vittoria a tutto tondo che riporta l’Italia a medaglia dopo il bronzo del 2007 targato ancora Sacripanti
Era il Campionato Europeo di Nova Gorica e Gorizia e in campo c’erano Datome, Aradori, Hackett e Filloy.

La partenza è della Francia ma l’Italia non ci mette molto a carburare, mandando a regime i meccanismi perfetti visti fin qui a Bilbao. Dal –6 (10-4) di metà frazione l’Italia macina gioco a meraviglia infliggendo, alla prima pausa, ben 23 punti alla Francia. I transalpini, alla fine del primo periodo, non avevano mai subito così tanto.
Nella seconda frazione gli Azzurri sono altrettanto convincenti e lasciano pochi spazi e pochi tiri puliti ai galletti, che sono costretti a forzare numerose conclusioni sbagliando in più di un’occasione. Terreno fertile per l’Italia che vola sul +8, massimo vantaggio (35-27).
Da dentro la campana i francesi fanno fatica (7/19 a metà secondo quarto) ma la grande atleticità dei ragazzi di coach Toupane permette loro di non perdere troppo contatto. Il primo tempo va in archivio sul 42-37 a favore di un’Italia autoritaria e senza nessun timore reverenziale nei confronti di una squadra fin qui imbattuta. Gentile e Moraschini sono i migliori realizzatori dei primi 20 minuti con 8 punti; Fournier è il miglior galletto con 13. 18 rimbalzi a 15 per la Francia, che tira giù ben 12 palloni in attacco contro i 4 italiani.
Il secondo tempo ricomincia in ascensore: prima il 5-0 Bleus per il pareggio (42-42), break di Polonara (4-0) e nuovo 5-0 Francia con tripla di Hillotte e schiacciata di Lebrun. A metà frazione i transalpini passano ancora con Lebrun (50-48). Nel momento forse peggiore del match Gentile ritrova il pareggio con una gran giocata e Polonara firma il vantaggio (51-50): la contesa sale di intensità. Il figlio di Nando costringe il suo arcigno marcatore Lebrun al quarto fallo e l’Italia ribalta l’inerzia con una combinazione geniale De Nicolao-Polonara (55-52). Proprio il play numero 4 è grande protagonista prima dell’ultima mini pausa: il suo possesso si traduce in una penetrazione con canestro e fallo. Non entra il libero ma l’Italia chiude ugualmente avanti 57-56.
Lauvergne inaugura gli ultimi 10 minuti ma Gentile sfida le leggi di gravità per il controsorpasso e De Nicolao estrae dal cilindro la tripla del +4 (62-58). Poi ancora lo show di Gentile: prima costringe la Francia all’infrazione di campo e poi piazza una bomba da distanza siderale per il 65-58, dando all’Italia un vantaggio considerevole a 6 minuti dalla fine. Ci prova la Francia ma Baldi Rossi trova ancora la soluzione lontana. E’ una grandissima Italia: +8 a metà periodo (68-60).
Al 38esimo Moraschini sbaglia l’impossibile da solo sotto canestro ma si rifà neanche 60 secondi dopo con una tripla dall’angolo che ha del fantascientifico (72-63). E’ un piacere veder giocare i ragazzi di Sacripanti, che fanno sembrare la Francia una squadra normale. Gentile infila due liberi su due, Polonara schiaccia e Moraschini incrementa ancora dalla lunetta. Per i transalpini è buio pesto. Per l’Italia, che ha giocato una partita perfetta, sarà sicuramente medaglia.
A livello giovanile maschile si tratta della tredicesima finale raggiunta dagli Azzurri in tutte le categorie (3 Under 20, 5 Under 18 e 5 Under 16).
L'appuntamento con la Spagna, e con la storia, è per domenica 24 luglio ore 19.00 alla Bilbao Arena. Nella seconda fase a gironi ebbero la meglio gli iberici (90-85) ma questa volta c'è in palio un sogno...e un'attesa lunga 17 anni.

Il tabellino

Italia – Francia 77-66 (23-20, 19-17, 15-19, 20-10)
Italia: De Nicolao 12 (3/4, 2/3), Traini 2 (1/1, 0/1), Melli 6 (2/4), Fontecchio ne, Santiangeli, Moraschini 11 (3/9, 0/1), Ceron ne, Baldi Rossi 5 (1/1, 0/2), Polonara 15 (6/7), Vitali 3 (0/1), Cervi 2 (1/1), Gentile 21 (4/12, 2/6). All: Sacripanti
Francia: Leon (0/1 da tre), Mendy 4 (1/1, 0/2), Toupane, Hillotte 2 (1/1), Lebrun 6 (3/4), Westermann 11 (2/8, 2/7), Fournier 19 (6/16, 1/6), Gobert 2 (1/1), Yeguete 10 (3/6, 1/1), Kahudi (0/4), Prenom 2 (1/1), Lauvergne 10 (3/6, 0/1).
Italia: T2: 21/40, T3: 5/13, Tl: 20/27. Rimbalzi: 33 (6 Polonara), Assist: 15; Francia: T2: 21/48, T3: 4/18, Tl: 12/16. Rimbalzi: 41 (9 Yeguete), Assist: 9.



Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz
Stampa il post

0 Responses so far:

Related Posts with Thumbnails